Lo so, pensare già alla stagione fredda è davvero triste. Siamo ancora alla ricerca dei raggi di sole, in questo inizio di autunno, ma ci tocca. Infatti, questo è il periodo in cui dobbiamo iniziare a pensare alle nostre difese immunitarie e a come potenziarle  in vista dell’inverno e di tutti quei piccoli malanni di stagione che tutti gli anni ci prendiamo.

Ovviamente sto parlando di patologie da raffreddamento, per le quali è  importante iniziare la prevenzione tra la fine di agosto e ottobre, per poter permettere al nostro organismo di arrivare al culmine dell’autunno in piena salute.

In principio furono le mamme, sotto consiglio dei saggi pediatri, a iniziare alla fitoterapia per le difese immunitarie, i loro bimbi che, frequentando scuole e asili, erano spesso a casa malati, ma fortunatamente, questa buona abitudine si sta diffondendo in tutta la popolazione. Vediamo quali sono i nostri principali alleati?

La fitoterapia ci dà l’aiuto più grande. Ci sono tantissime piante che aiutano le nostre difese immunitarie a diventare più forti e il nostro corpo più resistente, da assumere sia da sole che in combinazione tra loro. Vediamo le principali:

  • ECHINACEA

E’ sempre un must. L’ echinacea, pianta erbacea con un bellissimo fiore rosa, è una fonte ricchissima di alchilamidi e glicoproteine, che la rendono antibatterica, antivirale e performante sulle difese immunitarie, specie per quel che riguarda le malattie da raffreddamento.
Si trova in molteplici forme, dalla tintura madre (alcoolica, da esvitare per i più piccoli o per gli astemi), alle capsule, agli sciroppi.

  • ROSA CANINA

Ricchissima di vitamina C, non solo potenzia il nostro sistema difensivo, ma aiuta a combattere più velocemente il raffreddore (che, se deve durare dieci giorni, durerà dicei giorni, non c’è storia, ma almeno allevierà i sintomi). Contiene inoltre, vitamina quali la A, la B1, B2 e PP.

  • CURCUMA

Ah, la curcuma. La panacea di tutti i mali! Se ne parla tantissimo negli utlimi anni, così tanto da aver sollevato il dubbio che fosse solo una moda, e invece no. La curcuma ha davvero tantissime proprietà, ma per quel che riguarda il nostro discorso, è in grado di attivare la proteina CAMP, un peptide antimicrobico che ha un ruolo chiave nella risposta immunitaria innata, andando a triplicare le nostre difese.

  • FUNGHI

Non sto parlando dei porcini che tutti aspettiamo sulle nostre tavole e nemmeno di quelli più divertenti e meno legali che si trovano in Olanda, ma dei funghi giapponesi.
Il discorso è molto ampio, perchè dovrei fare un trattato per ognuno di loro, e non è escluso che ne parli in futuro, ma in questo frangente, il consiglio è di optare per gli Shiitake, i Maitake e i Reishi, in grado di potenziare le nostre difese immunitarie in maniera davvero significativa. Si possono trovare sottoforma di comode compresse (no, non serve mangiarsene un kg al giorno), da assumersi una volta al giorno.

Come detto precedentemente, il periodo adatto per cominciare è proprio questo, e l’integrazione andrebbe protratta almeno per tre mesi per coprire adeguatamente tutto il periodo invernale. Poi, nessuno vi vieta di proseguire fino alla primavera, dal momento che non ci sono particolare controindicazioni.

 

Leave a Comment:

error: Content is protected !!