Miei cari amici, bentornati!
Siamo ormai in molti ad aver terminato le ferie (magari non tutte, ma di certo il grosso di quelle estive).
Pigramente e sconsolatamente stiammo tornando alla nostra routine quotidiana, fatta di giornate più o meno frenetiche ed infernali, chi al lavoro, chi allo studio, chi preso tra mille cose..

La frase che sento dire più spesso, e che sta diventando anche il mio mantra è:”Due ore di ufficio e ho già perso i benefici di un mese di ferie!”. Lo so, è così tragico rientrare alle solite abitudini, quando in pochissimo tempo ci si abitua a una vita senza orologio, ritmi e pensieri.  E’ come una doccia ghiacciata!

Ma non disperiamo… Dal momento che anche le docce ghiacciate hanno una loro valenza terapeutica, se non riusciamo a protarre i benefici mentali vacanzieri fino a Natale (ma prossimamente capiremo anche come poterlo fare), possiamo quantomeno protrarre quelli del corpo, e prevenire qualche piccola scocciatura.

In vacanza abbiamo esagerato con sole, mare, cibo, alcool eccetera.. Lo so che è così, l’abbiamo fatto tutti, chi più e chi meno, e ora stiamo cercando di capire come rientrare nei jeans, prolungare l’abbronzatura e rimetterci in forma senza ricorrere a digiuni o beveroni strani… Tranquilli, il rimedio c’è, per tutto quanto.

Diamo un’occhiata alle principali cose da fare al rientro dalle ferie:

  • CAPELLI

State lasciando in giro così tanti capelli che vi sembra che il vostro passaggio sia pari a quello di quelle balle di sterpaglie che rotolano nel deserto dell’Arizona? Non disperatevi, è un normalissimo telogen effluvio, ovvero un ricambio di capelli maggiore del normale, che si verifica a fine inverno e a fine estate, per cause ancora sconosciute a dire la verità, che dura un mesetto e che permette una nuova ricrescita. Nulla di grave, ma sicuramente molto fastidioso.

Cosa possiamo fare? Innanzitutto non preoccuparci e non farci prendere dall’ansia. Prima o poi si fermerà e non ci lascerà nemmeno lontanamente simili al tenente Kojac. Inoltre ci sono integratori efficacissimi nel contrastarlo a base di manganese, aminoacidi e ferro (che di recente è stato scoperto essere veramente utile in questi casi). Per una corretta “cura”, basta una compressa al giorno per un paio di mesi.

  • PELLE

Sull’esposizione al sole, si è detto di tutto e di più, e non starò qua a tediarvi ulteriormente, a meno che non ci siano futuri vacanzieri che abbiano bisogno di un recall, ma la pelle va curata anche al ritorno dalle vacanze.
Il sole, che, come cita una nota canzone di questa estate dei The Giornalisti, ci fa bene, alla pelle, agli occhi e alle ossa, comporta comunque uno stress ossidativo per l’epidermide, che continua passando le giornate con l’aria condizionata accesa.
Cosa possiamo fare? A parte bere almeno due litri d’acqua al giorno (almeno) e utilizzare una buona crema idratante mattina e sera, così da prolungare anche l’abbronzatura, possiamo intervenire dall’interno, assumendo degli omega 3 (che normalmente vengono usati per abbassare i trigliceridi), che hanno un alto potere antiinfiammatorio, e un integratore che contenga vitamina c e collagene. La vostra pelle ringrazierà.

  • INTESTINO

Perchè anche lui ha subito gli stravizi vacanzieri e necessita di essere rimesso in ordine, al fine di risolvere disbiosi, gonfiori e nervosismo generalizzato (non apro ora il capitolo sul legame intestino-pelle-cervello, che sto studiando da mesi ed è lunghissimo) dovuto a un intestino che non lavora alla perfezione.
Cosa possiamo fare? Depurare! Da non confondere con il leggendario detox, che tutti conoscono, ma che inrealtà non esiste, perchè non è possibile detossificare l’organismo più di quanto facciano già i nostri organi interni. Ma possiamo cambiare la nostra alimentazione, eliminando tutto il junk food, lo zucchero in eccesso, l’alcool e tutto ciò che può portare infiammazione (o meglio ancora, affidiamoci al medico o a un nutrizionista), bere i soliti litri d’acqua e integrare con uno dei numerosi integratori contro la disbiosi per un paio di settimane, alla fine delle quali, possiamo introdurre un fermento lattico.
Dopodichè, possiamo dare il via a qualunque trattamento ci interessi, sicuri che avrà il massimo effetto.

  • ENERGIA (questa sconosciuta)

Io l’ho provato un po’ di giorni fa.. Sono rientrata in farmacia, ho iniziato una dieta con la mia nutrizionista Valentina, ho ripreso a lavorare come una pazza e le forze sono calate. Già la voglia di ricominciare latita, se poi ci aggiungiamo la solita mole impietosa di lavoro, le energie durano davvero poco.
Allora, al posto di berci litri di bibitoni energetici, bere un migliaio di caffè, prendiamo semplicemente qualche vitamina. L’effetto non sarà immediato, ci vorranno un paio di giorni, ma vi garantisco che vi alzerete con molta pià energia e voglia di affrontare la luunga giornata che vi aspetta.

Lo so, state pensando che se predico e razzolo bene, la mia giornata è scandita dalle compresse con cui integro. Non vi mentirò, è così. Un po’ perchè sono una fan degli integratori, avendo testato quanto funzionano su di me e quando mi aiutano, e un po’ perchè, va da sè, se devo consigliare un prodotto, devo sapere tutto su di lui, quindi devo fare la cavia.
Il vero problema è il non abbandonarli dopo pochi giorni, perchè, come in tutte le cose è importante essere costanti. Ma a questo possono venirci in aiuto i nostri smartphone, con i vari avvisi e sveglie.
Quindi, avendo smontato una per una tutte le scuse, non resta che capire come migliorare il nostro punto debole e iniziare a darci da fare..
Buon rientro a tutti!

 

Leave a Comment:

error: Content is protected !!